Adriatica Oli

Olio di frittura una risorsa

Il riciclaggio di questo rifiuto produce un notevole risparmio sotto diversi punti di vista: immediatamente verificabile è il suo riutilizzo come materia prima ma notevole è anche la riduzione nei costi di manutenzione degli impianti di depurazione, gravemente danneggiati dalla sostanza viscosa che si forma nelle condutture.

L’olio alimentare esausto, dopo un processo di rigenerazione, diventa sostanza grezza e in relazione al grado di purezza e trasparenza raggiunto è riciclabile come base per svariati prodotti:

  • Olio lubrificante minerale (fino al 20-30%), produzione di asfalti e bitumi.
    Da un chilo di olio vegetale usato si ricavano 0,8 chili di base lubrificante rigenerata: un risparmio energetico non trascurabile, l'alternativa al prodotto rigenerato sarebbe costituita da olio minerale sintetico derivante da prodotti petroliferi.
  • Negli impianti di cogenerazione, in genere cementifici, ed altro (circa 20% del residuo)
  • Biodiesel per trazione, carburante altamente biodegradabile
  • Altri usi industriali, la produzione di mastici, collanti e saponi industriali


Progetti di riutilizzo degli oli vegetali esausti

"Un nuovo combustibile dagli scarti di frittura" - CNR Istituto di Biometeorologia
I ricercatori dell'Istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze hanno cominciato a studiare la possibilità di avere un nuovo combustibile solido con un potere calorifico abbastanza elevato combinando fra loro scarti dell'industria alimentare e gli oli vegetali esausti...

 

 
SI COMUNICA ALLA CLIENTELA CHE L'AZIENDA È ATTUALMENTE OPERATIVA CON IL SISTEMA SISTRI

Adriatica Oli

 

Adriatica Oli srl - Contrada Cavallino 39 - 62010 Montecosaro (MC)
P. IVA 00456860436 - copyright 2016 tutti i diritti sono riservati


Questo sito usa i cookies per migliorare la navigazione e il ritorno sul sito.
Continuando la navigazione accetti tale utilizzo. Per saperne di più clicca sul pulsantino o chiudi il banner.