Adriatica Oli

Abruzzo: raccolta oli vegetali esausti da utenza domestica - Intervista a Giorgio Tanoni

La raccolta degli oli vegetali esausti da utenza domestica – comunica Giorgio Tanoni, titolare dell’ADRIATICA OLI Srl e membro del Consiglio di amministrazione del C.O.N.O.E. - è nata con il preciso scopo di raccogliere in modo differenziato l’olio esausto prodotto dai cittadini.


Giorgio Tanoni - Adriatica OliA chi si rivolge il progetto?
La raccolta da utenza domestica, proprio per la provenienza “Urbana” del rifiuto, coinvolge necessariamente i Comuni, i loro Enti Gestori, gli Assessori e i Sindaci ma in alcune realtà un forte contributo all’iniziativa è stato dato anche da gruppi portatori di interesse, pubblici e privati, come centri commerciali, associazioni di volontariato, scuole ecc.

In concreto come avviene la raccolta degli oli esausti?
La raccolta da utenza domestica è davvero semplice nella sua attuazione, di risultati immediati e visibili, è modulabile in base alle esigenze di ogni singola realtà, per questo ha avuto una rapida crescita nei Comuni, quasi un passaparola.
Il modulo base - spiega Tanoni - consiste nella installazione di contenitori “OLIVIA” presso isole ecologiche o su strada, presso cui il cittadino si reca a conferire l’olio di frittura.

Ritengo sempre utile ribadire che i contenitori sono dotati di doppia camera, ancoraggio a terra, valvola antiversamento, insomma, tutte le caratteristiche tecniche di sicurezza possibili sono state adottate.

A questo progetto base – continua Tanoni - è sempre consigliabile affiancare la distribuzione gratuita alle famiglie di tanichette “ECOHOUSE”, che risulta essere un coinvolgente strumento di propaganda, personalizzabile con stemmi, loghi e marchi pubblicitari.
E’ a questo punto che si rende utile la concertazione con gruppi di volontari e scuole che potrebbero essere validi attori per apportare un contributo nella distribuzione delle taniche.

Il cittadino, quindi, si reca con la propria tanica “ECOHOUSE” a conferire l’olio nel contenitore “OLIVIA”, che periodicamente viene svuotato dalla nostra azienda ADRIATICA OLI.

La raccolta da utenza domestica ha molte declinazioni - precisa Tanoni – ogni progetto realizzato è stato studiato su misura, tenendo conto delle disponibilità economiche, dei soggetti coinvolti, della tipologia di utenze, della viabilità e della densità abitativa delle varie realtà.
La raccolta ad esempio può essere attuata a livello Condominiale, come valida alternativa al porta a porta (che è più idonea a gestire frazioni merceologiche familiari di larga produzione come carta, plastica e umido); altra variabile interessante è il progetto di raccolta per le Scuole Elementari, per le quali sono disponibili progetti didattici mirati, con personale docente specializzato.

Raccolta olio vegetale esausto AbruzzoQuali sono i vantaggi per le amministrazioni comunali?
La novità di questo sistema è che implementando la raccolta differenziata, il problema si trasforma in vantaggio per tutti: si abbattono i costi di manutenzione e l’olio recuperato viene trasformato in materia prima utile per fonti energetiche rinnovabili, come ad esempio il biodiesel.

Quale realtà è presente in Abruzzo?
Dopo aver largamente sperimentato il progetto nelle Marche in cui eravamo partiti nel 2004 con 3 Comuni pilota, per giungere ad oggi ad un adesione di oltre 150 – premette Tanoni - abbiamo implementato la raccolta differenziata anche in Abruzzo.
Dal 2009 dal Comune di Tocco da Casauria a quello di Fossacesia si sono affiancate altre realtà più complesse, come Pescara, Teramo e Chieti,

Che aspettative avete in Abruzzo?
Aspettative sicuramente realistiche, di coinvolgere tutti i Comuni che hanno intenzione di incrementare le percentuali di raccolta differenziata e vogliono seriamente fare qualcosa di concreto per i Cittadini… e ce ne sono tanti.

Gli obiettivi devono essere misurabili e, dato che negli ultimi anni abbiamo raccolto oltre 1500 tonnellate di olio con la raccolta da utenza domestica, per superare questo primo traguardo abbiamo stipulato ulteriori convenzioni con altri Comuni Abruzzesi, grandi e piccoli.

Le amministrazioni pubbliche – specifica – nella nostra azienda trovano non solo un supporto logistico, ma un sostegno attivo in tutto il percorso di collaborazione, che parte dall’ascolto delle specifiche istanze, si sviluppa nell’implementazione della raccolta e si aggiorna costantemente sui risultati ottenuti.

Questo modello “ciclico” è stato applicato ad una varietà di situazioni che negli anni ci ha permesso di crescere confermando sempre l’efficacia del sistema … stiamo lavorando con piccoli Comuni di 1000 abitanti e con realtà metropolitane, come la Città di Roma, dove contribuiamo a realizzare per le scuole il progetto Olii@mpiadi con l’associazione culturale Bio@Gea.

La nostra esperienza nel settore è unica e costituisce sicuramente un valore aggiunto insostituibile, garanzia per i nostri interlocutori, pubblici e privati.



Adriatica Oli

 

Adriatica Oli srl - Contrada Cavallino 39 - 62010 Montecosaro (MC)
P. IVA 00456860436 - copyright 2016 tutti i diritti sono riservati


Questo sito usa i cookies per migliorare la navigazione e il ritorno sul sito.
Continuando la navigazione accetti tale utilizzo. Per saperne di più clicca sul pulsantino o chiudi il banner.